Vai al numero precedenteVai alla prima paginaVai al numero successivo

Vai alla pagina precedenteVai alla prima pagina dell'argomentoVai alla pagina successiva

Vai all'indice del numero precedenteVai all'indice di questo numeroVai all'indice del numero successivo
Scrivi alla Redazione di NautilusEntra  in Info, Gerenza, Aiuto
redarrowleft.GIF (53 byte) Cinema Mostra del cinema di Venezia 1999


Mostra del Cinema di Venezia 1999

Lido di Venezia (4/9/99) I weekend alla Mostra sono sempre superaffollati. Spettatori, ministri, amici dei ministri e di un sacco di altra gente. Del resto, chi non Ŕ amico di qualcuno? Non trovate una stanza neanche al Des Bains, nemmeno se disposti a pagare due milioni a notte. Facile allora, usciti dall'ultima proiezione, trovare integralisti cinefili addormentati su panchine scomode, coperti solo dall'atroce umiditÓ veneziana. Come staranno le loro schiene domattina? Quanto scricchioleranno appena cercheranno di accuattarsi nella prima poltrona della giornata al Palagalileo?
Mistero e forza del cinema, anche questa. Come la forza che contraddistingue finora tutti i presonaggi femminili visti sullo schermo del Lido. Donne che pur smarrite, lo sono sempre molto meno dei loro
partner. Donne che scappano, tornano, stanno per perdere e alla fine vincono.
E poi i film italiani, brutti, noiosi, inguardabili, che non raggiungeranno mai le sale e allora ti chiedi che senso abbia pensarli, girarli, presentarli. Che senso ha un film come Appassionate di Tonino De Bernardi? Certo, un musical particolare, canzone napoletana che diventa protagonista, con le storie a fare da sfondo. Ma alla fine non basta, forse per manifesti limiti del regista.
Inconvenienti del mestiere, tutti questi, intesi come mestiere di cinefilo.

Roberto Ferrucci

np99_riga_fondo.gif (72 byte)

                                           Copyright (c)1996 Ashmultimedia srl - All rights reserved