Vai al numero precedenteVai alla prima paginaVai al numero successivo

Vai alla pagina precedenteVai alla prima pagina dell'argomentoVai alla pagina successiva

Vai all'indice del numero precedenteVai all'indice di questo numeroVai all'indice del numero successivo
FlixBus_Banner_Italia_728x90
Scrivi alla Redazione di NautilusEntra  in Info, Gerenza, Aiuto
 
redarrowleft.GIF (53 byte) Arte Marzo 2000 (a cura di Giovanna Grossato)


Donne nell’arte (39)
Suzanne Valadon  – Madre d’artista

Suzanne Marie-Clémentine Valadon (Bessines, Limoges 1865-Parigi 1938) prima di iniziare come modella di pittori degli anni Ottanta e dei maggiori impressionisti, attività per la quale era assai richiesta,  faceva la sarta e l’acrobata in un circo.

Venne incoraggiata all’arte da Henri de Toulouse-Lautrec e da Edgard Degas, iniziando a disegnare a diciotto anni. Ben presto la sua grande vitalità e la sua terragna energia trovò sbocco in una pittura in cui si leggeva chiaramente la vena impressionista, da Degas a Toulose-Lautrec a Gauguin ma nella quale, tuttavia, lo stile maturava personalmente. Le forme, infatti, si andavano semplificando e solidificando, definite da contorni assai concreti e fermi che conferivano loro "un tocco di goffaggine di intonazione naive", come ebbe ad affermare Werner Haftmann.

La Valadon non rinnegò mai le sue umili origini che erano evidenziate anche dalla sua corporatura piuttosto grossolana e ben piantata; anzi ella sceglieva spesso come soggetti del suo dipingere figure altrettanto semplici e dalle proporzioni simili alle proprie. Nei ritratti preferiva visi dai lineamenti elementari che essa rappresentava con larghe, ininterrotte stesure di colore, come è esemplificato nel vivace Donna seduta in camicia, del 1929, dipinto che rivela già una certa influenza fauves e rappresenta, appunto, il tipo di modello preferito dalla Valadon, dalle sembianze talmente simili a quelle stesse della pittrice, da poter essere frainteso come un autoritratto.

La Valadon fu madre di Maurice Utrillo, (che dovette il nome al fatto di essere adottato dal pittore e critico spagnolo Miguel Utrillo y Molins) del quale fece alcuni ritratti, tra cui Maurice Utrillo con sia nonna e il cane, del 1912. Suzanne cominciò ad esporre nel 1894, mantenendo in seguito contatti con le esperienze artistiche più avanzate come quelle dei Fauves e dei Cubisti. Morì a Parigi nel 1938.

G.G.

np99_riga_fondo.gif (72 byte)

                                           Copyright (c)1996 Ashmultimedia srl - All rights reserved